top of page
Cerca
  • sofiazanelotti

Agevolazione prima casa e successione. Come funziona?

Sei sicuro di poter accedere all'agevolazione sulle imposte ipotecarie e catastali? Hai paura delle sanzioni? Attenzione all'insidia agevolazione prima casa.

Quando si acquista un immobile (compravendita, successione, donazione o con altri tipi di atti) si può richiedere l'agevolazione prima casa per ottenere un abbattimento di imposte. In caso di successione, sono stabilite in misura fissa di 200,00€ per l'imposta ipotecaria e 200,00€ per l'imposta catastale, a cui si aggiungono circa 250€ di altri diritti di trascrizione, imposta di bollo e tributi vari.


L'agevolazione prima casa, si può ottenere quando si dichiara di avere questi requisiti: - non essere titolare esclusivo o in comunione con il coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso e/o abitazione su altra casa di abitazione sita nel territorio del Comune - non essere titolare neppure per quote (anche in regime di comunione legale) su tutto il territorio nazionale dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altre abitazioni da essa acquistate con le agevolazioni fiscali c.d. "prima casa" - che gli immobili rientrano tra le case di abitazione non di lusso, quindi non accatastati in categoria A/1,A/8 ed A/9;


Per quanto riguarda il vostro caso, l'agenzia delle entrate spiega bene che le agevolazioni ottenute quando si acquista un’abitazione con i benefici “prima casa” possono essere perse e, di conseguenza, si dovranno versare le imposte “risparmiate”, gli interessi e una sanzione del 30% delle imposte stesse.

Questo può accadere se:

  • le dichiarazioni previste dalla legge nell’atto di acquisto sono false (in tal caso, sarete processati penalmente);

  • l’abitazione è venduta o donata prima che siano trascorsi 5 anni dalla data di acquisto, a meno che, entro un anno, non si riacquista un altro immobile, anche a titolo gratuito, da adibire in tempi “ragionevoli” a propria abitazione principale.

  • non si sposta la residenza nel Comune in cui si trova l’immobile entro 18 mesi dall’acquisto per successione;

  • entro l’anno dall’acquisto del nuovo immobile non viene venduto quello già posseduto, acquistato con le agevolazioni “prima casa”.

Quindi prima di decidere se richiedere l'agevolazione prima casa, dovete parlarne in famiglia e con noi, per capire se il richiedente ha intenzione:

  • di rimanere più di 5 anni ad abitarci;

  • oppure vuole vendere e riacquistare poco dopo un'altra abitazione;

  • oppure richiedere l'agevolazione e perderla, pagando la sanzione e gli interessi.


Richiedi un nostro parere per la tua successione, contattaci

34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page